News

Agostino Melega alla Pace racconta i “Giochi di una volta” frutto delle sue ricerche raccolte in due libri.

Giovedì 11 maggio, Agostino Melega ha intrattenuto gli ospiti della Pace illustrando le sue ricerche attuate negli ultimi anni sui giochi di una volta, che lo hanno portato a catalogare più di duecento svaghi che caratterizzavano, nella Cremona d’un tempo, la vita di relazione dei bambini in strada, nei cortili e negli oratori. La ricerca è stata riportata in due libri tascabili arricchiti dalle illustrazioni dell’artista Graziano Bertoldi. Il fine di tale lavoro è quello di invogliare i genitori, i bambini e i ragazzi di oggi a riscoprire il valore dei giochi della tradizione, definiti dall’Unesco nel 2003 “patrimonio immateriale dell’umanità”.
Nel salone polifunzionale della casa di riposo, Melega si è soffermato soprattutto sulle trasformazioni che subirono i giochi d’un tempo dopo la seconda guerra mondiale, raccontando i giochi della tradizione cremonese proposti al Tocatì, nel corso del recente XI° Festival Internazionale dei Giochi di strada a Verona.
Nel corso della sua illustrazione Melega ha messo in evidenza i rimandi della memoria collettiva, sempre in riferimento agli svaghi e ai passatempi delle generazioni d’un tempo, a quei giochi che possono e debbono essere recuperati per la gioia dei bambini di oggi.
Il caloroso applauso finale ha manifestato quanto gli ospiti abbiano gradito la conversazione ed i testi delle filastrocche proposte da Melega, invitandolo a tornare per parlare delle fiabe della tradizione cremonese.

© Casa di riposo La Pace Onlus Cremona - - Created by Dueper Design