Cure Domiciliari di Base e Cure Domiciliari Integrate (A.D.I.)

È un servizio che fornisce una forma di assistenza integrata prevedendo prestazioni sanitarie e un sostegno di tipo socio-assitenziale.

È una forma di assistenza che consente di mantenere a domicilio le persone non autosufficienti, favorendo il recupero delle capacità residue di autonomia e relazione mediante un’assistenza qualificata in collaborazione con la famiglia, il Medico di Famiglia e i servizi del territorio.

 

Chi sono i destinatari del servizio A.D.I.

Il servizio ADI si rivolge a persone residenti in Regione Lombardia, di qualunque età, che necessitano di cure domiciliari in quanto in situazione di fragilità. Per accedere al servizio devono essere presenti tutte le seguenti condizioni:

  • bisogni sanitari e sociosanitari gestibili al domicilio;
  • non autosufficienza, parziale o totale, di carattere temporaneo o definitivo;
  • non deambulabilità e non trasportabilità, con i comuni mezzi, presso i servizi ambulatoriali territoriali;
  • presenza di una rete familiare formale e/o informale di supporto;
  • abitative che garantiscono la praticabilità dell’assistenza.

Le richieste di soli prelievi sono erogabili unicamente per pazienti con invalidità civile al 100% ed accompagnamento.

 

Erogazione del servizio

Tutte le cure domiciliari vengono erogate direttamente a casa dell’utente, 7 giorni su 7, per 365 giorni l’anno. E’ un servizio flessibile che garantisce un costante monitoraggio delle condizioni dell’assistito in stretta collaborazione col Medico di Famiglia.

 

Come si attiva

L’attivazione delle cure domiciliari avviene con prescrizione medica (Medico di Famiglia, Medico ospedaliero/struttura riabilitativa, Medico Specialista), tramite ricettario regionale, anche in forma di ricetta dematerializzata.
La prescrizione deve indicare:
• la diagnosi principale di patologia o di condizione ed eventualmente le secondarie;
• i bisogni o le motivazioni della richiesta di attivazione delle CD con modalità differenziate per le CD erogabili in forma di percorsi standardizzati e per l’ADI integrata.
Per l’attivazione delle cure domiciliari sarà sempre richiesta la scheda unica di triage, compilata dal MMG/PLS. La valutazione viene effettuata secondo i livello e strumenti:
• valutazione di primo livello (scheda unica di triage)
• VMD di secondo livello (InterRai Home Care).

Attivazione tramite Servizio Sanitario Regionale (GRATUITO per l’utente)
• Le richieste di attivazione sono presentate al MMG/PLS dall’utente o dalla sua famiglia
• Se il risultato della scheda unica di triage somministrata dal MMG è inferiore o uguale a 7 non si procede alla VMD di secondo
• EVM del distretto procede alla stesura del Progetto Individuale
• L’utente o la famiglia ricevono comunicazione dell’esito e la lista dei possibili erogatori
• L’erogatore selezionato dispone la prima visita al domicilio e definisce il PAI
• E’ possibile per aggravamento, una rivalutazione del caso
• L’EVM del distretto può disporre la valutazione di secondo livello
• Se confermato l’aggravamento viene ridefinito il profilo ADI
Il servizio è gratuito: il costo è totalmente a carico del Servizio Sanitario Regionale.

 

Quanto costa

Le prestazioni dell’ADI sono totalmente a carico del Sistema Sanitario e non comportano alcun costo per i cittadini.

© Casa di riposo La Pace Onlus Cremona - - Created by Dueper Design